vai ai contenuti
Home | Attività didattiche | Itinerari | Cos'è il sistema Dimensione Carattere: A | A | A
Home   >   Itinerari

Ricerca

 

 
 
 
 
:

Elementi correlati

stemma comune di Sabbioneta

Città: Sabbioneta
>>>

Comunica con noi


Call center tel. +39 0376 432 432
Skype   Chiama con Skype

   @  info


HTML 4.01 Strict Valido!   CSS Valido!   Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4-2004, della verifica tecnica di accessibilita'.

Sabbioneta, gli argini circondariali

Sabbioneta, la città del pensiero


Secondo le fonti storiche, l'opera idraulica degli arginelli viene iniziata nel XII secolo per poi essere completata con la dominazione gonzaghesca; gli ultimi interventi di rettifica delle sommità arginali risalgono alla prima metà dell'Ottocento.
Lo sviluppo notevole, circa 18 Km, cinge per un'altezza arginale massima di circa 8 metri, la maggior parte dell'attuale territorio comunale.
Il punto di osservazione rilevato consente di percepire la consistenza e la bellezza dell'area circoscritta che comprende centri abitati di notevolissimo interesse storico-architettonico; si scorgono chiaramente la cittadina fortificata di Sabbioneta con le sue importanti emergenze monumentali, le frazioni di Breda Cisoni e Ponteterra con le belle parrocchiali barocche, l'abitato di Villa Pasquali con la stupenda chiesa di Antonio Galli Bibiena, il Santuario Mariano di Vigoreto, oltre le notevoli ville e cascine storiche disseminate nella rigogliosa campagna.
Gli arginelli circondariali sono stati concepiti principalmente per tutelare le zone basse poste nel triangolo formato dai fiumi Oglio e Po, al fine di evitare eventuali inondazioni provenienti dall'Agro Cremonese e dai territori di Commessaggio, Gazzuolo e del Casalasco-Viadanese.
Nel Cinquecento l'intera opera idraulica riveste anche un ruolo militare, integrandosi di fatto al sistema difensivo di Sabbioneta.
L'argine si apprezza in particolare se percorso a piedi, in bicicletta o a cavallo ed offre scorci naturalistici di pregio nonché testimonianze di architettura idraulica, diventando un raro esempio di itinerario didattico comprovante la possibile armonia tra l'opera dell'uomo e l'ambiente naturale.
Oltre le varie chiuse per il governo delle acque e le trasformazioni, dovute o all'innalzamento di terrapieni o allo scavo di canali di scolo, il paesaggio è caratterizzato da ampie oasi di vegetazione autoctona colonizzate da fauna tipica delle zone vallive (anfibi e rettili, uccelli, mammiferi, in particolare è stata avvistata negli ultimi anni una colonia di moscardino, un piccolo roditore dal quale ha preso spunto il logo che caratterizza l'area naturalistica tutelata).


Multimedia

0485a7671c7c579fa862c5b9df5c1c45

Entra nella sezione per visualizzare tutte le foto disponibili.
Itinerari
RIS_San Benedetto Po, abbazia polironiana

Ora et Labora
"Montecassino del Nord", "Cluny lombarda": due modi per definire lo ...

Sabbioneta, la città del pensiero

Sabbioneta, gli argini circondariali
opera idraulica iniziata nel XII secolo

DA VEDERE DA GUSTARE

Mantova da Vedere e da Gustare
diverse iniziative per mostrare il proprio meraviglioso patrimonio ...

Eventi In primo piano

opera di Martiny

Donald Martiny
Fu in principio Materia Divina a cura del critico e curatore d`arte dr ...

opera di Mogol

Alfredo Rapetti Mogol
Parole Svelate a cura del critico e curatore d`arte dr Alain Chivilò

Palazzo Ducale, Displaced

DISPLACED - Storie in Movimento
Mostra di dipinti e d`archeologia

Convenzione | Finalità | Azioni | Informazioni | Cookies Policy