vai ai contenuti
Home | Attività didattiche | Itinerari | Cos'è il sistema Dimensione Carattere: A | A | A
Home   >   Eventi

Ricerca

 

 
 
 
 
:

Elementi correlati

Mantova, Casa del Mantegna

Risorsa turistica: Casa del Mantegna
La data di nascita di questo piccolo capolavoro di ... >>>

Comunica con noi


Call center tel. +39 0376 432 432
Skype   Chiama con Skype

   @  info


HTML 4.01 Strict Valido!   CSS Valido!   Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4-2004, della verifica tecnica di accessibilita'.

Astratto-Realista: Lorenza Sannai e Lucio Pozzi

astrattismo-realismo
Tipologia: Mostra
Data inizio: 14-09-2019
Data fine: 14-10-2019
Luogo: Casa del Mantegna
Indirizzo: via Acerbi 47
Indirizzo: Via Acerbi, 47 - MANTOVA - Mantova

Astratto-Realista: Lorenza Sannai e Lucio Pozzi

Nell'ambito di un ciclo di mostre "astrazione e realismo- dialoghi fra generazioni di artisti ",  che ha l'intento di mettere in discussione una certa concezione meccanica del progresso artistico come abbandono definitivo di istanze realistiche a favore di quelle astratte e di riprendere la dialettica anche contenutistica fa i due momenti, attraverso dialoghi, a coppie, di artisti di generazioni differenti (già affermati o in corso di affermazione),  la Casa del Mantegna ospita, dal 14 settembre  al 14.ottobre 2019 la mostra "astratto-realista: Lorenza Sannai e Lucio Pozzi"; con inaugurazione sabato 14 settembre alle ore 16.00. 



La coppia (d'arte e di vita, di generazioni diverse) Lorenza Sannai e Lucio Pozzi, residente a Valeggio, legata per varie iniziative con l'ambiente mantovano, inaugura in modo esemplare questo ciclo proponendo due linee di ricerca, tra alternative e scambi. 



Lorenza, legata da tempo a un filone che ha radici nell'Astrattismo italiano del Dopoguerra e collegamenti con ambienti americani, tedeschi e giapponesi, presenta lavori su tavola lignea, a colori vivaci di geometrie astratte; mentre Lucio, che ha attraversato, con grande versatilità, ai massimi livelli, varie fasi delle Avanguardie tra Novecento e Duemila si cimenta, su carte sciolte, dipinte in bianco e nero, con figurazioni che ammiccano a elementi realistici. 



Il dialogo fra i due, svolto gomito a gomito, senza alcuna subordinazione reciproca del tipo "maestro-allievo",  mostra  emblematicamente la fertilità di alcune dialettiche elementari in grado di stimolare un discorso progressivo sull'arte pittorica, superandone certe dissociazioni aprioristiche fra forme astratte e forme del reale, fra forme e contenuti (che l'arte astratta persegue a suo modo), fra forme organiche e geometriche,  fra univocità e duttilità delle ricerche ovvero fra continuità e discontinuità, concentrazione e dispersione, riduzione e moltiplicazione dei mezzi espressivi, fino  a quelle più tecniche fra bianco e nero/colori, supporto cartaceo libero/tavola, lignea /tela  ecc. 



Il coordinatore-curatore della mostra, Giovanni Iacometti, auspica che su questo programma di riferimento si possano svolgere ulteriori eventi espositivi da parte di artisti mantovani suscitando dibattiti non solo localistici e attraendo sponsorizzazioni private oltre che una ripresa del mecenatismo d'acquisto. “  



Sponsor tecnici:

studio COPRAT di Mantova e CIACCIO BROKER Assicurazioni arte di Milano



 



 




Informazioni

 
 
 
Indirizzo: Via Acerbi, 47
Città: MANTOVA - Mantova

Mappa

Convenzione | Finalità | Azioni | Informazioni | Cookies Policy